L’Università di Pisa, in collaborazione con il CNR, la Regione Toscana ed il Gruppo Espresso/Repubblica, ha bandito una posizione di post-doc triennale per sviluppare ricerca e innovazione in uno dei settori più caldi del momento: il rapporto fra informazione e social media. Fake news, controversie e polarizzazione della conversazione online, hate speech e radicalizzazione, filter bubbles e camere dell’eco: come sviluppare metodi di data science per verificare la qualità dell’informazione, comprendere la dinamica delle notizie e dei meme, prevedere la diffusione delle notizie vere e false, controbattere la disinformazione e le bolle informative, disinquinare il dibattito online, promuovere la diversità delle opinioni.

Il post-doc avrà modo di collaborare con i ricercatori di Data Science di SoBigData.eu, l’infrastruttura di ricerca europea coordinata dall’hub di Pisa (Univ. Pisa, CNR, Scuola Normale, Scuola S. Anna e Scuola IMT Lucca), e con i giornalisti del Gruppo Espresso/Repubblica, contribuendo a sviluppare un team di “Big Data per il giornalismo” unico in Europa.

Requisiti
I candidati devono possedere un dottorato di ricerca (in qualunque disciplina) oppure tre anni di esperienza di ricerca dopo la laurea magistrale e non avere più di 36 anni.
Sono richieste competenze di base di “data science” ed analisi dei dati, che potranno essere completate durante lo svolgimento dell’assegno di ricerca.
Il bando con tutti i dettagli della selezione è in linea qui.

Presentazione domande
Le domande, da presentarsi esclusivamente online sul sito: pica.cineca.it, vanno ultimate entro la scadenza del 30 aprile 2018 alle ore 13.00.

Per chiarimenti sul tema dell’assegno di ricerca e sulla procedura di selezione si può contattare Dino Pedreschi, coordinatore del progetto, all’indirizzo: dino.pedreschi [at] unipi.it

Chiudi il menu